Tu sei qui

SITI PALAFITTICOLI PREISTORICI DELL'ARCO ALPINO

La serie di 111 siti archeologici palafitticoli si trova in Svizzera, Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia ed è composta dai resti di insediamenti preistorici databili tra il 5000 e il 500 a.C. che si trovano sott’acqua, sulle rive di un lago, lungo i fiumi o in aree umide. Le campagnedi scavo archeologico, condotte in alcuni di questi villaggi, hanno permesso di ricostruire la vita nella preistoria da Neolitico all’età del Bronzo nell’Europa alpina e le modalità con le quali le comunità interagivano con il loro ambiente. Questi abitati formano un unico complesso di siti archeologici particolarmente ricchi e ben conservati, che costituisce una delle fonti di informazioni più importanti per lo studio delle prime società agricole della regione.

I “Siti palafitticoli preistorici dell'arco alpino” sono entrati nella lista del Patrimonio mondiale dell'Unesco e tra essi vi sono anche due siti piemontesi: quello del Lago di Viverone, a cavallo tra le province di Torino e Biella (Viverone BI, Azeglio TO), e il sito del parco naturale dei Lagoni di Mercurago, nel comune di Arona (No). Il sito di Viverone è stato scoperto negli anni Settanta del Novecento ed è uno dei più importanti abitati palafitticoli dell’età del Bronzo nell’arco alpino per la ricchezza di manufatti di metallo e di ceramica e per la complessità delle strutture.
Il Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago è un'area protetta e gli scavi archeologici hanno permesso il recupero dei reperti straordinariamente conservati grazie alla permanenza nel suolo torboso: oggetti in ceramica, armi ed ornamenti metallici, utensili in selce, perle in vetro e manufatti in legno.

Via Umberto I°, 107
13886 Viverone BI
Italy

Informazioni visite

Accessibilità

Altri servizi: