Tu sei qui

Larice di Rima San Giuseppe

Il Larice di Rima è uno splendido e imponente esemplare della specie, che, nonostante la vetustà, si presenta integro, sano e con buon portamento. Il fusto è diritto e sviluppa una chioma a forma regolare ed equilibrata che con i suoi 40 m raggiunge un’altezza inusuale. L’albero, di proprietà della famiglia Bolongaro dal 1940, ha una storia molto antica e leggendaria. Una di queste leggende gli attribuisce il ruolo di “pianta cardine” ad uno dei vertici del “quadrilatero” all’intorno del quale, secondo le abitudini delle antiche popolazioni Walser, colonizzatrici dell’area fin dal XIV secolo, si sviluppavano i villaggi. Negli anni ’80, a causa di un forte vento, si schiantò un grande esemplare di abete rosso, radicato in prossimità della locale Chiesa Parrocchiale, anch’esso indicato come testimone superstite di questa tradizione. Ai fini della datazione v’è inoltre da segnalare come il vecchio larice sia già ritratto, in grandi dimensioni, in una stampa di fine ‘700 custodita in loco in una casa di villeggiatura (Pietro Bolongaro, in verbis). Anche per questo patriarca, come per il tiglio di Macugnaga, si arriva a stimare un'età di 500 anni

All'ingresso del paese, sulla sinistra
Rima San Giuseppe VC
Quota 
1713m
Specie scientifica 
Larix decidua Mill.
Specie volgare 
Larice
Circonferenza 
550cm
Altezza 
45m
Classe età 
> 200
Accesso 
Visibile dall'esterno della proprietà
Proprieta 
Privata