Tenuta Reale di Pollenzo (Bra)

Percorso di vino

Ufficio Agenzia di Pollenzo  Tel: +39.0172.458416

www.agenziadipollenzo.com

Piazza Vittorio Emanuele II, 13 - 12060 Bra (Cn)


Fu Carlo Alberto ad intuire le potenzialità della tenuta di Pollenzo, trasformandola in una vera e propria azienda agraria con vigneti e cantine dove l’enologo Paolo Francesco Staglieno ebbe l’incarico di sperimentare le nuove tecniche di vinificazione sull’uve nebbiolo. Ancor oggi quelle metodologie sono utilizzate per la vinificazione tradizionale dei grandi rossi delle Langhe: Barolo e Barbaresco.
Nel 1832 il re diede inizio all'opera di bonifica e pianificazione del territorio circostante, costituito da circa 685 ettari.
Per quanto riguarda il Castello, Carlo Alberto incaricò Pelagio Pelagi ed Ernesto Melano di imprimere alla struttura uno stile neogotico, ispirato alle corti inglesi più che a quelle francesi. La stessa impostazione si riflette nel vasto parco, progettato dall'architetto Xavier Kurten che seppe armonizzare il luogo di villeggiatura del sovrano e l'azienda agricola modello.
I due architetti crearono un borgo dominato dall'imponente chiesa neogotica di San Vittore, con un'ampia piazza quadrilatera porticata, al cui centro è posta una fontana monumentale.
Alla fine degli anni novanta su iniziativa del’Associazione Internazionale Slow Food prende vita il progetto di recupero del grande complesso dell’Agenzia. L’idea di far diventare l’Agenzia di Pollenzo un punto di riferimento per la cultura enogastronomica e la politica dell’alimentazione di qualità a livello internazionale, riscuote interesse ed ottiene l’appoggio di operatori economici ed istituzioni che permettono all’Agenzia di Pollenzo S.p.A. di realizzare le opere di riqualificazione dell’edificio dell’Agenzia vera e propria, di tutti i rustici, della Torre, dell’area già destinata a parco che include i ruderi romani.
Oggi il complesso carloalbertino di Pollenzo è un sito iscritto al Patrimonio Mondiale Unesco “Residenze Sabaude".

 

Da vedere

All'interno del Complesso dell’Agenzia hanno trovato la loro sede naturale l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche (www.unisg.it), l’Albergo dell’Agenzia (www.albergodell’agenzia.it), Guido Ristorante Pollenzo (www.guidoristorante.it), La Banca del Vino (www.bancadelvino.it).
Nella Chiesa di San Vittore è possibile ammirare parte del coro ligneo del ‘500, proveniente dall'abbazia di Staffarda.
Nel borgo sono visibili i resti del teatro e dell'anfiteatro, nel parco dell’Agenzia di Pollenzo un Torrione celebrativo e una strada romana pavimentata, nella banca del vino un monumento funerario testimonianze della città romana di Pollentia.

Data ultimo aggiornamento: 16/09/2015