La pesca in Piemonte

pescare in piemonte

Che tipologia di pesca offre il Piemonte?

Fiumi: Il Po nasce proprio qui in Piemonte, e nei suoi primi tratti offre acque incredibilmente limpide e pulite, in cui cimentarsi ad esempio con la pesca a siluri da record. Ai confini con la Lombardia, il Parco del Ticino è un ambiente naturale ideale per pescare tra prati e boschi. Anche il Tanaro nelle Langhe offre scorci molto ambiti dai pescatori, che da queste parti possono godersi il piacere di un’enogastronomia che vale il viaggio da sola.
Torrenti: La tua passione è inseguire le trote tra le acque vivaci dei torrenti di montagna? O preferisci i fondali bassi e le correnti tranquille della pianura? In Piemonte trovi l’acqua che fa per te: dai vigorosi ruscelli che scorrono tra i boschi delle Alpi e delle Prealpi ai corsi d’acqua più tranquilli della Pianura Padana, hai solo da scegliere il posto ideale per goderti alla grande il tuo hobby preferito.

Chi rilascia la licenza di pesca?
La licenza di pesca viene rilasciata dalle singole Province, secondo la normativa delle rispettive Regioni di appartenenza. Una volta erogate, le licenze hanno validità sulle acque libere di tutto il territorio nazionale.

Chi rilascia la licenza ai pescatori stranieri?
La licenza ai pescatori stranieri viene rilasciata dalla Provincia di competenza, ha validità di tre mesi dalla data del rilascio e può essere utilizzata su tutto il territorio nazionale.

Quanti tipi di licenza di pesca esistono?
La normativa in materia è di competenza regionale. Nel caso del Piemonte, esistono tre differenti tipi di licenza:
licenza tipo “A”: viene rilasciata a coloro che esercitano la pesca quale esclusiva e prevalente attività lavorativa ed autorizza il pescatore di mestiere all'esercizio della pesca con l'uso delle reti;
licenza tipo “B”: autorizza il pescatore dilettante all'esercizio della pesca senza scopo di lucro con la canna, munita di mulinello e con più ami, o della bilancia con lato non superiore a 1.50 m nel rispetto dei luoghi in cui detti strumenti sono consentiti;
permesso temporaneo di pesca: viene rilasciato a particolari categorie di persone.

Che cos’è la tessera FIPSAS?
È la tessera della Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee. Si deve chiedere presso le sedi locali della Federazione ed è indispensabile per l’accesso ad alcune aree di pesca.

Come individuare gli ambienti di pesca ideali nei fiumi e nei torrenti?
Per individuare gli ambienti di pesca ideali nei fiumi e nei torrenti, la soluzione migliore è quella di osservare il corso d’acqua nei periodi di bassa marea e di individuare la posizione di buche, avallamenti e dei massi. Sarà, infatti, nelle zone poche profonde e più tranquille o dietro i massi che, nei mesi di acqua abbondante, il pesce si concentrerà per riposarsi e per cibarsi. Anche alberi affondati, piloni di ponti e altri oggetti simili contribuiscono a creare altre zone di calma dove solitamente si trattiene il pesce.

Come individuare gli ambienti di pesca ideali nei laghi?
Come nei corsi d’acqua, anche nel caso dei laghi il pescatore deve cercare di individuare le zone meno profonde e più tranquille, perchè è lì che i branchi di pesce tendono a concentrarsi. Per capire dove si concentra il pesce, è, poi, utile osservare il comportamento dei gabbiani e gli altri uccelli simili, che tendono ad appostarsi a poca distante dalle loro future prede.

Quale sono le specie ittiche più diffuse in Piemonte?
Le specie di pesci più diffusi nei corsi d’acqua, nei laghi e nei laghetti artificiali del Piemonte sono, in ordine alfabetico: il cavedano, la carpa, il luccio, il salmerino e la trota (nelle sue varianti: fario, iridea, lacustre e marmorata).

Data ultimo aggiornamento: 08/01/2010

Cerca un Comune